Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
E-mail
Università arrow Il gesto, la parola, il rito. Il teatro di Mario Luzi

  Laura Piazza



Il gesto, la parola, il rito. Il teatro di Mario Luzi


pp. 176
Numero catalogo 117
ISBN 978-88-7018-878-3

Prezzo: €20,00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto
 
 
Le opere drammaturgiche di Luzi nascono dall’essenza
dialogica che in maniera sempre meno velata caratterizza la
sua poesia. In particolar modo attraverso l’analisi dei tre
capolavori Libro di Ipazia, Rosales e Hystrio, si esamina la
meditazione luziana sul tragico. Ci si sofferma inoltre, con
l’ausilio di documenti inediti, sul rapporto di fertile scambio
tra la produzione teatrale del poeta e le teorie pedagogiche
e drammaturgico-spettacolari di Orazio Costa.
Contro la minaccia di ‘abumanizzazione’ della nostra epoca
(e a partire dagli anni in cui ha esercitato il proprio dominio
un’avanguardia guidata dall’odio per la parola) Luzi ha
esercitato la sua missione di scriba e affermato la sua visione
del teatro come rito, come arricchimento di conoscenza
e di coscienza individuale e collettiva per gli interpreti e gli
spettatori.
LAURA PIAZZA è dottore di ricerca in Italianistica e collabora con il
Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania in qualità
di cultrice di Storia del Teatro e dello Spettacolo. Partita da interessi
letterari (Dino Campana), si occupa adesso di questioni specificamente
teatrali. Ha pubblicato diversi saggi sulle origini dell’Istituto
Nazionale del Dramma Antico (e, più generale, sul fenomeno del Teatro
all’Aperto tra otto e novecento) e sulla teoria della parola di Orazio
Costa. Di plo mata all’Accademia d’Arte del Dramma Antico di Siracusa,
allo stu dio teorico coniuga, ormai da alcuni anni, la pratica teatrale come
attrice.

Le opere drammaturgiche di Luzi nascono dall’essenza dialogica che in maniera sempre meno velata caratterizza la sua poesia. In particolar modo attraverso l’analisi dei tre capolavori Libro di Ipazia, Rosales e Hystrio, si esamina la meditazione luziana sul tragico. Ci si sofferma inoltre, con l’ausilio di documenti inediti, sul rapporto di fertile scambio tra la produzione teatrale del poeta e le teorie pedagogiche e drammaturgico-spettacolari di Orazio Costa.

Contro la minaccia di ‘abumanizzazione’ della nostra epoca (e a partire dagli anni in cui ha esercitato il proprio dominio un’avanguardia guidata dall’odio per la parola) Luzi ha esercitato la sua missione di scriba e affermato la sua visione del teatro come rito, come arricchimento di conoscenza e di coscienza individuale e collettiva per gli interpreti e gli spettatori.

L'Autrice

Laura Piazza è dottore di ricerca in Italianistica e collabora con il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania in qualità di cultrice di Storia del Teatro e dello Spettacolo. Partita da interessi letterari (Dino Campana), si occupa adesso di questioni specificamente teatrali. Ha pubblicato diversi saggi sulle origini dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico (e, più generale, sul fenomeno del Teatro all’Aperto tra otto e novecento) e sulla teoria della parola di Orazio Costa. Diplomata all’Accademia d’Arte del Dramma Antico di Siracusa,allo studio teorico coniuga, ormai da alcuni anni, la pratica teatrale come attrice.

Collana Università





Carrello
VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Fichte e la compiuta peccaminosità
Fichte e la compiuta peccaminosità


Introduzione a Peter Sloterijk
Introduzione a Peter Sloterijk


L’anti-Babele
L’anti-Babele


Hortulus
Hortulus


Che la forza sia con te!
Che la forza sia con te!


Filosofia del surf
Filosofia del surf


Il cucchiaio di Dio
Il cucchiaio di Dio


UN'IMPREVEDIBILE SITUAZIONE
UN'IMPREVEDIBILE SITUAZIONE


A un metro dal palco
A un metro dal palco


Diana nel dedalo
Diana nel dedalo


Il sangue delle rondini
Il sangue delle rondini


La fabbrica dell’ateismo
La fabbrica dell’ateismo


Il caso Macbeth
Il caso Macbeth


Afghana in limina missus (La guerra di Ivan)
Afghana in limina missus (La guerra di Ivan)


L’immortalità dell’anima
L’immortalità dell’anima


Il nostro sito utilizza cookies tecnici per migliorare la navigazione e consentire l'uso delle funzioni di shopping. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.